WhatsApp

Il significato delle pietre preziose, cosa simboleggiano?

Le pietre preziose hanno costantemente affascinato gli uomini di ogni epoca e sono sempre state il simbolo della bellezza e della ricchezza della Natura. In antichità non si sapeva bene come si formassero quindi suscitavano timore da un lato e ardimento di possederle dall'altro.

Gli uomini rimanevano ammaliati dalla fulgida luce che emanavano le gemme preziose ed erano attirati dalla loro rarità, per questo hanno sempre visto in esse qualcosa di divino e di magico. Per spiegarne l'origine hanno ideato miti e leggende che hanno conferito a queste pietre un'aura di mistero e fascinazione che prosegue perfino ai nostri giorni. Anche oggi come ieri amiamo le pietre preziose per la loro bellezza e la luce che emanano e le usiamo sia come gioielli sia come amuleti e talismani. Fin dall'antichità infatti, gli uomini di ogni epoca e cultura hanno attribuito alle pietre preziose delle virtù e delle proprietà e credevano che queste virtù potessero essere trasmesse anche a chiunque le portasse e le indossasse. È per questa ragione infatti che in alcuni ambiti vengono adoperate ancora oggi per le loro proprietà e capacità di infondere benessere.

La simbologia nascosta dietro le principali pietre preziose usate in gioielleria

Scopriamo quindi quali significati portano con sé le principali pietre preziose, per poter comprendere e apprezzare anche l'allegoria che rappresentano, così che un regalo acquisti un valore simbolico in più per chi lo fa e per chi lo riceve, e un ulteriore omaggio alla sua persona.

  • Il Diamante: del diamante abbiamo già parlato in altri articoli e abbiamo già detto che è la pietra per eccellenza dell'eternità per via della sua durezza e resistenza, il nome deriva infatti dal greco ''adamas'' che vuol dire invincibile e si presta quindi perfettamente per suggellare una promessa duratura e un Amore senza fine, che non può essere scalfito. La luce cristallina e trasparente che ha, inoltre, rappresenta il valore morale della purezza d'animo.

  • Lo Smeraldo: questa meravigliosa pietra di colore verde vivido rappresenta la Forza, la Vitalità e l'Armonia Cosmica. È da sempre considerato il simbolo della Natura che si risveglia a Primavera, e dunque era ritenuto un potente talismano per la fertilità e il ringiovanimento. Il nome deriva dal greco ''smàragdos'' che significa pietra preziosa. La straordinaria bellezza di questa pietra ha dato vita perfino ad un colore, il verde-smeraldo appunto, non molte altre gemme possono vantare questo privilegio. Si racconta che era molto apprezzata dagli antichi Faraoni dell'Egitto, e che Cleopatra indossasse gli Smeraldi più grandi mai visti. Anche nell'antica Roma era molto amato dagli Imperatori. Oggi i maggiori e più preziosi giacimenti minerari di smeraldi si trovano in Colombia.

  • Il Rubino: è il simbolo di Potere e Coraggio, ma anche di Amore passionale per via del suo colore rosso acceso. Il nome deriva dal latino ''rubeus'' che significa appunto rosso. Per gli antichi rappresentava il fuoco e il calore del Sole, quindi si pensava che fosse in grado di risvegliare la forza spirituale e di infondere energia e fortuna nelle battaglie, quindi è stato particolarmente amato dai regnanti di ogni epoca, i quali adornavano con esso le corone e i mantelli. Come dicevamo è anche il simbolo della passionalità in quanto si credeva che il Rubino avesse all'interno una fiamma che arde perpetua.

  • Lo Zaffìro: rappresenta la Castità e la Felicità interiore. Fin dall'antichità è considerata la pietra più spirituale fra tutte, in quanto simboleggia anche la Saggezza e la Lealtà. Il termine deriva dal latino ''saffìrus''e dal greco ''saffèiros'' che a loro volta lo hanno ripreso dall'antico Sanscrito dove significava ''pietra scura'' ed era consacrato al dio Saturno che ha appunto le vesti e la pelle scura ed è colui che regola la Giustizia.

  • Il Peridoto: è una pietra preziosa dal colore variabile dal verde al giallo, e si credeva che aiutasse ad aprire la mente verso emozioni positive, è infatti la pietra che simboleggia l'Amicizia e aiuta a scacciare via la malinconia e l'invidia. È una pietra che infonde anche Saggezza e promuove le relazioni con gli altri e l'autostima. L'etimologia del nome è incerta, si pensa che derivi dal francese ''peridòt'' il quale a sua volta deriva da una parola araba che significa ''gemma''.

  • Il Topazio: è una gemma che può avere diverse colorazioni, il più diffuso in gioielleria è quello color giallo zafferano, ma può anche prendere sfumature verdine o azzurrine, o più rosate. Per questi motivi può essere confuso con il citrino o la tormalina, ma il peso specifico è ovviamente diverso. I giacimenti più antichi sono quelli dell'Egitto dove veniva estratto assieme allo Smeraldo. Il Topazio simboleggia la Dolcezza e la Gioia di vivere, si crede sia capace di infondere al portatore una buona disposizione d'animo verso la tranquillità e la simpatia.

  • L'Acqua-Marina: è la pietra preziosa caratterizzata da un azzurro limpidissimo, e anche essa ha dato nome ad un colore. Per la sua trasparenza è simbolo di Serenità ed è in grado di infondere Tranquillità a chi la porta. Si racconta che fosse la gemma usata dai marinai per far calmare il dio del mare, Nettuno, e che quindi tenesse lontane le tempeste; si diceva anche che queste pietre venissero custodite dalla Sirene nelle profondità dei mari.

  • La Tanzanite: questa pietra preziosa è stata scoperta solo in tempi recenti, più precisamente nel 1967 in Tanzania da un membro della Tribù dei Masai. Il colore che la caratterizza è molto particolare perché è un blu misto al viola, e le è stato dato il nome di Tanzanite in onore al Paese in cui è stata ritrovata. Per la cultura Masai la Tanzanite è una pietra da regalare per la nascita dei bambini come porta-fortuna in quanto nella loro tradizione alle future madri viene donata una veste di quel colore. La Tanzanite grazie al suo colore e alla sua singolarità simboleggia l'Eleganza e la Rarità.

  • L'Ametista: deriva il suo nome da un termine greco che significa ''non ebbro'' e quindi si pensava che proteggesse contro gli eccessi del bere, e che il suo colore viola fosse dato appunto dalla sua capacità di assorbire il vino. L'Ametista quindi simboleggia l'equilibrio e la chiarezza mentale, porta Calma e Lucidità a chi la indossa.

  • La Perla: delle perle abbiamo già parlato in un altro articolo a loro dedicato; sono il simbolo della bellezza femminile e della purezza d'animo e donano prosperità a chi le riceve. Anche le Perle possono vantare di aver dato origine a delle nuance, cioè il bianco e il grigio perla.

  • Il Corallo: il Corallo non è un minerale ma uno scheletro di carbonato di calcio che si forma in acqua da piccoli polpi e acquista una forma ad alberello. Dai ritrovamenti archeologici sappiamo che era molto adoperato fin dall'antichità in tutta la zona del Mediterraneo per la creazione di manufatti e ornamenti. Il suo colore può variare dal rosso intenso, all'arancio, fino al rosa pallido. Per via della sua natura così particolare, racchiude in sé il Mondo Vegetale, Animale e Minerale, rappresenta quindi la completezza del Creato e la straordinaria Bellezza della Natura. Il Corallo è anche molto amato dalla Religione Cristiana che lo adopera spesso per ornare le raffigurazioni sacre del Cristo come simbolo della sua doppia natura umana e divina.

  • L'Agata: è una pietra che si caratterizza per le sue striature e le diverse cromie, può andare dal bianco gesso fino ai colori più scuri. Simboleggia la Serenità e la Tranquillità d'animo. Si pensa che favorisca la meditazione e il bilanciamento interiore.

  • L'Onice: è una affascinante pietra di colore nero ed è considerata molto misteriosa e dalle proprietà mistiche. In Cristalloterapia viene utilizzata come talismano porta-fortuna in quanto rappresenta il mistero dell'Universo. Si dice anche che possa instillare a chi la indossi Coraggio e Stima per se stesso; è la pietra dell'auto-realizzazione.

  • Il Turchese: è un minerale estratto fin dall'antichità sia in Egitto, dove era molto amato dai Faraoni, sia nell'antica Persia, ma deve la sua fortuna in Europa ai commerci dei francesi con i porti della Turchia, il suo nome quindi deriverebbe da questo Paese. Anche questa pietra preziosa ha dato origine ad una sfumatura di colore, l'azzurro turchese appunto. Per tradizione è la pietra porta-fortuna per eccellenza, soprattutto per i cavalieri e per i viaggiatori e quindi protegge dai pericoli. Secondo la cultura Egizia è una pietra sacra e rappresenta l'Unità Familiare, è quindi il simbolo dell'Amore sereno.

  • Il Lapislazzuli: è caratterizzata da un colore blu oltre-mare con striature dorate. Il suo bellissimo colore venne adoperato molto durante il Medioevo per le decorazioni sacre per il cielo stellato e le vesti dei Santi, quindi con una forte simbologia devozionale. In Cristalloterapia si usa il Lapislazzuli per infondere serenità spirituale e si crede che favorisca l'Armonia interiore. È anche la pietra simbolo dell'Amicizia.

Le pietre preziose di Tabacco Gioielli

Dopo questa disamina sui significati nascosti e le metafore nate attorno alle gemme preziose, non ti resta che selezionare la tua preferita e quella che si adatta di più alla persona o all'occasione per la quale la stai scegliendo. Noi di Tabacco Gioielli trattiamo solo le pietre migliori sul mercato per la creazione dei nostri gioielli, e la scelta di ogni montatura è volta ad esaltare tutta la bellezza e la lucentezza di ogni pietra. Offriamo anche la possibilità di acquistare Diamanti in blister certificati.